Realist Artist

Lionello Balestrieri

Pin
Send
Share
Send
Send




Lionello Balestrieri rođen je u Cetoni 1872. godine u porodici skromnog porijekla. Kada se njegova porodica preselila u Rim, upisao se u Istituto di Belle Arti, a zatim u istu instituciju u Napulju, gdje su ga učili Domenico Morelli i, privatno, Gioacchino Toma. Godine 1897. seli se u Pariz gdje živi kao ilustrator.

Kao rezultat svog prijateljstva sa muzičarom Giuseppe Vannicola postao je toliko privučen muzičkim krugom da je predmet njegove umjetnosti bio uglavnom glazbenici ili glazba. Na Esposizione Universale di Parigi 1900. Balestrieri je osvojio zlatnu medalju sa slikom “Beethoven“I to je bio direktan rezultat ove prestižne nagrade da je, uprkos činjenici da je još bio mlad, stekao visoko cijenjeno mjesto u očima talijanskih umjetnika, predsjednika Društva talijanskih umjetnika koji rade u Parizu. Nakon finansijskog uspjeha rada zlatne medalje, Balestrieri se 1910. godine vratio u Italiju, u Cetonu i Napulj da posjeti svog učitelja Domenika Morelija. Tokom boravka u Napulju upoznao je i Salvatore di Giacomo i to je bio početak dugotrajnog prijateljstva među njima. Godine 1911. otišao je u Britaniju gdje je imao prilike promatrati rad Pont-Aven umjetnika koji su ga sigurno utjecali. , toliko da je nakon ovog putovanja njegov rad pokazivao sjaj svoje palete i na isti način privukla ga je dominantan stil ovog perioda - Art Nouveau. Kada je izbio rat 1914. Lionelo Balestrieri se preselio u Napulj i to isto godine imenovan je za direktora Museo Industriale, a potom i za Istituto delle Arti Industriali. U prve dvije decenije 20. stoljeća Balestrieri su postajale sve više futurističke. Uistinu, sudjelovao je na Venecijanskom bijenalu zajedno sa futuristima 1926. godine. Nakon ovog avangardnog perioda vratio se studiju života, izlažući 1930. godine na XVII bijenalu. Krajem tridesetih napustio je Napulj i vratio se u Cetonu sve do svoje smrti 1954. godine. | Napisala Cecilia Iacopetti, Preveo Catherine Biggerstaff









































Lionello Balestrieri (Cetona, Siena 1872-1958) - Nacque il 12 sett. 1872 a Cetona (SienaDa bi ste ga mogli zamijeniti, možete se odlučiti za najnoviji i najnoviji studij Regole u Rimu. Ma il Balestrieri ben presto dovodi guadagnarsi il pane dolaze dekoracije u stanze, unendosi i de decoratore di grido, E. Risi, pur senza tralasciare lo studio della pittura, continuato sotto la guida di Gioacchino Toma.
Dopunite sve ankete sa svim institucijama Belle Arti di Napoli, gdje je Filippo Palizzi i Domenico Morelli, a Balestrieri su u velikom broju bili amateri, a ne u pravom smislu riječi. Ako ste zainteresovani za ovu kategoriju, možete se prijaviti na bilo koji od načina rada u Parigi, a da biste mogli da se odlučite za kupovinu u Francuskoj, pređite na drugu stranu u velikom broju hotela. Kombinacija così la sua vita bohémienne.
Parigi lavorò come aiuto del fiorentino Tofani alle illustrazioni di rivište e giornali, apprendendo in tal modo l'arte dell'incisione. Dopo zbog anni lo raggiunse l'amico Giuseppe Vannicola, poeta e violinista romano, col quale divise l'alloggio. Nel 1895 il Balestrieri, aveva semper avuto passione per la musica, traendo ispirazione dalla propria vita bohémienne, ritrasse se stesso ed il Vannicola nel quadro Aspettando la gloria, che venne esposto al Salon di Parigi nel 1897.
La musica continuò ad ispirargli soggetti per i suoi quadri. Umanjena così, nel 1898, La morte di Mimì (Muzej grada, New York), u cui ritrasse se stesso nella figura di Rodolfò. Progettava, intanto, di creare un'opera che potesse trasmettere agli altri ciò che egli provava per la musica. Realizzò perciò il Beethoven, dipinto, dopo molti ripensamenti, nel 1899.
Uskoro 1900 godine sveučilišni univerzitet u Parizu, u četvrtom kvartalu prošle godine nije prošlo više od godinu dana, a prošlo je nekoliko godina nakon završetka tečaja. La fama del Balestrieri dilagò improvvisamente. Si fecero numerosissime riproduzioni del Beethoven che, mentre era esposto a Venezia (1901), fu acquistato dal Museo Revoltella di Trieste na 5000 lira. Con la fama, po Balestrieri venne l'agiatezza e l'amicizia di molti musicisti, tra cui Puccini, Giordano e Cilea.
Nel 1902 il Balestrieri i a trovare je suo maestro Morelli morente a Napoli. Da li viaggio nacque Gli ultimi giorni di Domenico Morelli (Udine, Gall. Civica), esposto prima a Monaco1902), poi a Venezia (1903).
Ako želite da budete informisani ovako uređeni Balestrieri, posetite svetsko prvenstvo u gradu 1940 i posetite sajt Beethovena iz 1900. godine. Mantenendosi fedele alla sua visione romantica, dipinse, semper con tonalità ricche di ombre, il trittico Chopin (1904), Notturno (1904), Manon1905) e altri. Ako želite da koristite sve mogućnosti za oboje, obratite pažnju na pitanja koja se odnose na vašu privatnost, kao što je to slučaj u F. Vitalini, gdje možete pronaći sve što je potrebno za kupanje u boji metalne kože. Cinque sue acqueforti furono esposte alla biennale di Venezia del 1905 insieme a tre quadriBirreria a Montmartre, Chopin, Decadenza). Tra le acqueforti a colori sono Faust t1908), Wagner in esilio, Ritratto di Wagner, Serenata, Vespri (1910).
Nonostante semper presenti ricordi della pittura del Palizzi e soprattutto del Morelli, il Balestrieri seppe guardare agli impresionisti francesi (Lavandaie sulla Senna) ed anche ai macchiaioli toscani (Signora che ricama in giardino). Ebbe anche un periodo di pittura sociale, con reminiscenze tolstoianeIl pazzo e i savi, 1912; Cristo fra i contadini), ed un periodo di pittura veristicaMademoiselle Chiffon, 1914; Cavalli in salita). Ne tralasciò inoltre di trarre soggetti da opere letterarie e teatrali: Graziella, il trittico La Gludal romanzo di J. Richepin), Cirano, Glauco.
Nel settembre del 1914, essendo i alles de porti di Parigi, il Balestrieri tornò in Italia, stabilendosi a Napoli dove gli fu affidata la direzione prima del Museo industriale e poi dell'Istituto di Belle Arti.
Dedicatosi con passione alla nuova carica, rinnovò l'Istituto con l'intento di farne una scuola d'arte libera, pratica, somiglianza degli stabilisation d'arte industriale, con produzione e vendita propria, e fece adottare come base dell'insegnamento lo studio dal vero. Acquistata rinomanza per questa sua opera, fu chiamato a parte di Commissioni per la riforma della scuola d'arte.
Napoli, intanto, nelle ore di tempo libero, egli continuava a dipingere. Intorno al 1923 si avvicinò al futurismo ma solo po circa un anno, creando opere che la Sarfatti (Galeotti, 1953) definicija "espressioni di stato d'animo", dolaze Sensazioni musicali (1923), esposta, insieme a L'officina e Penetrazione, alla Mostra del futurismo del Biennale veneziana del 1926, e Materia e spirito. Col passar degli je napisao / la komentar na sempionuvedute di Capri, notturni, ecc.), dodao / la sam listu korisnika koji su autorizovani i ovlašteni da se bave zaštitom operacije (per es. Marcia vittoriosa e Penetrazione, che rappresenta un volitivo profilo mussoliniano, eredà della sua esperienza futurista). Ritornò, tuttavia, presto verso posizioni demokrathe.
Messo a riposo po limiti di eta, preferi tornarsene a Cetona. Kada završite s ovim, možete se odlučiti za ovaj događaj, a posjetite ga i zapamtite rime koje inače koristite za rijetko i dobro poznavanje Beethovena. Morì il 24 ott. 1958.
Altri suoi quadri si trovano a ParigiLettrice, Museo del Lussemburgo), Palermo (La moglie del poeta, Gall. D'Arte moderna) i Roma (Lamartin, Gall. Naz. d'Arte moderna). | di Giorgio Di Genova © Treccani

Pogledajte video: Lionello Balestrieri (Septembar 2021).

Загрузка...

Pin
Send
Share
Send
Send