Symbolism Art Movement

Giorgio Kienerk ~ Post Impressionist / Simbolistički slikar

Pin
Send
Share
Send
Send





Italijanski slikar i vajar Giorgio Kienerk [Firenca 1869 - Fauglia / Pisa 1948rođen u staroj toskanskoj porodici. Kienerk je počeo da proučava crtež i skulpturu sa majstorom Adrianom Cecionijem. Sa samo 17 godina imao je priliku pokazati svoje radove na izložbi za nove talente. Kada je njegov učitelj Cecioni neočekivano preminuo 1886. godine, Kienerk je radio sa Telemacom Signorinijem, koji ga je naterao da i majstor slika. Krajem osamdesetih bio je redovni pokrovitelj u Volturnu, malom restoranu u Firenci, gdje je upoznao Silvestra Legu. Zajedno su naslikali nekoliko soba u restoranu.

Od 1890-95. Giorgiov se stil više pomicao prema stilu Pointilista; tokom tog perioda on se fokusirao na crtanje i završio niz pastelnih skica. Učestvovao je na svim Venecijanskim bijenalima početkom 20. veka. Nakon što je 1905. godine osvojio mesto direktora na Građanskoj školi za slikanje u Paviji, preselio se u taj grad Lombard i posvetio se nastavi. Međutim, Kienerk je duboko pogođen distancom od Firence, ali je ušao u period lične krize u kojoj nije slikao mnogo godina, niti je učestvovao na bilo kakvim službenim izložbama. Nakon 1913. godine, preselio se u kuću svoje žene u Poggio alla Farnia, u pokrajini Pisa. Ponovo zasađen u svom tlu, ponovo je otkrio svoju ljubav prema slikarstvu.



























Kienerk, Giorgio - Nacque a Firenze 5 maj 1869 da Marco e Stéfanie Gallyot. Nel 1882, završni gli studi al regio ginnasio Galilei, fu posto dal padre, impiegato al ministero della Pubblica Istruzione, sotto la guida dell'amico A. Cecioni per apprendere i primi rudimenti artistici.
In quegli anni di alunnato il K. si rivelò un allievo di talento, che si esercitava sia nella scultura sia nella pittura. U 1886. godini se ne može naći nijedna maska, već se može dobiti podatak o učestalosti i učestalosti kada je riječ o slobodnoj školi za sve akademije u Firenci, te o piccolo dipinto u olio su tavola, Ritratto del padre, sempre rimasto casa dell'artista.
Debutt nel 1886 alla Promotrice di belle arti di FirenzeRitratto e Ragazzo) e, ancora grazie al padre, divenne allievo prediletto i affezionato amico di T. Signorini.
Poche sono le testimonianze pittoriche di questo primo periodo, ma la pratica dovette essere intensa, come dimostrano i dieci taccuini dei disegni del K., conservati presso gli eredi, datati dal 1887 al 1919 (Querci, 2001, str. 84-90). Alle esercitazioni con Signorini - Cheve Fiesolanicollezione privata), prezentato dal Kienerk nel 1888 all'esposizione fiorentina della Promotrice - a affiancarono spesso altri giovani artisti, tra cui P. Nomellini, con il quale il Kienerk strinse amicizia; ne sono testimonianza zbog piccoli dipinti a olio (entrambi in collezione privata): Campagna toscana, firmato dal Kienerk e dedicato "all'amico Nomellini", a Nomellini che dipinge, firmato e datato 1888. Con Nomellini cominciò a čestare il caffè Volturno u preko S. Gallo, dove si riunivano gli artisti vicini alla cerchia di S. Lega avversati da G. Fattori (A. Müller, A. Torchi, F. Pagni, F. Fanelli e L. Tommasi). Con loro realizzò le decorazioni parietali del Circolo degli artisti: al K. si deve L'estate, posta sopra la porta della sala delle stagioni, nota solo attraverso un'incisione pubblicata da Matini. Za piće u kineskoj kuhinji možete pročitati više o znaku Signorini, koji će vam omogućiti da uživate u brojnim rizicima, kao i da se odlučite za kupovinu automobila koji će vam omogućiti da prođete kroz čitav niz dana i da se opustite po želji.
Nel 1889 prese parte za la prima volta al concorso Baruzzi di Bologna, classificandosi secondo, con un piccolo gesso che ritrae un'esile figura di bimbo in piedi intitolata Al solecollezione privata), prezentato anche alla Promocija fiorentina di quello stesso anno insieme con quattro dipinti, tutti in collezione privata: Fra gli sparagi, Via Frusa, Ricamando, l'addipanatrice (la nonna).
Sarebbe stato predstavio ancora ad altre edizioni del medesimo concorso bolognese: nel 1892 con la statuetta u gesso L'anguilla (la verdee in marmo, konzerva ne Musei civici di Bologna, fu realizzata appositamente in seguito alla vincita del primo premio); i nel 1896 con bozzetti, Il satiro i Dopo il peccato (il secondo gli valse il terzo posto) entrambi perduti, che lo stesso K.di maniera, salvo pochi appunti dal vero" (Querci, 2001, str. 117), u količini koja se koristi kako bi se utvrdilo da li je distancirana franšiza po avicinarsi i temi simbolistima dell'area centroeuropea.
Nel 1890, s l'amico Torchi i recenzirati, davati sve allaagosto, u Mugello golubica dipinse, tra i molti paesaggi e ritratti di amici, San Piero a Sieve (Collezione privata). Nel febbraio dello stesso anno D. Martelli aveva pubblicato sulle pagine del Fieramosca una prima recensione positiva sull'artista.
U potrazi za uslugama koje ste proveli u Post-Impressionista del Kienerk: al caffè Volturno gli artisti, aggiornati periodicamente con entusiasmo da Müller che, pur vivendo stabilmente a Parigi, tornava spesso a Firenze, diskutevano sull'arte francese e sul rinnovamento della tradizione figurativa toscana. L'esito di tali frequazioni da parte del K. ci i per solo parzialmente noto, in quanto le opere presentate alla Promotrice del 1890-91 - Presso le Mozzette (mattino(Nebbia, Calma, L'Arno alla Zecca)scirocco) e Giugno - furono acquistate dal pubblico e non ci sono pervenute.
Ovo je mjesto gdje ćete naći interesantnu destinaciju za plesanje u Plein Air-u, kao i za Torchi e Nomellini, portret Martelli (1891) i pojedinačno za K.l'anello vero, po cui dalla Macchia resasi semper più blanda e luminosa, si passa all'ImpressioneNel maggio del 1891 ricevette l'invito ad esporre un piccolo paesaggio alla Münchener Jahresausstellung. Nell'agosto dell'anno uspjeh la piccola scultura Vanità, prezenta all'Esposizione di belle arti di Livorno, venne acquistata da P. Mascagni.
Intorno ai primi anni Novanta inizi a a eseguire pastelli (Ritratto del padre, Ritratto di bambina), tecnica che, nel suglasi sa efektom di trenutnog i brzog, i ne mogu da se upustim u ilustraciju, ako je srebro i lungo dedicato.
Nel 1893 il Kienerk cominciò un rapporto di lavoro con l'editore Bemporad, protratto fino al 1905, po ilustraciji libri per bambini e testi scolastici, cimentandosi con la tecnica litografica. Nel maggio del 1896 avviò una collaborazione con il Fiammetta, prijavi me interventi di scrittori dolaze U. Ojetti e G. Pascoli komentirati ilustracije di artisti affermati (Signorini e Fattori) e meno notiA. Micheli e G. Chini). Al Fiammetta il K. umro je osobnu grafičku grafiku, koja je završila u južnom dijelu zemlje. Nel corso del tempo collaborò con molte riviste italianeGenova la Superba, La Riviera, Milano elegante i Il Cavalier cortese dal 1899; l'Italia ride con la serie Sorrisi del 1900; Novissima e Riviera ligure dal 1901 l'Avanti della domenica dal 1904) e straniere (la francese Cocorico nel 1900), e partecipò a importanti concorsi nazionaliconcorso Alinari per l'illustrazione della Divina Commedia nel 1899; Concorso dell'Esposizione nazionale di affissi umetnici i ex libris Venezia nel dicembre del 1904, dove vinse la medaglia di bronzo e il premio akción di un suo ex libris per la Biblioteca municipale).

Nel 1895 venne nominato, u kvaliteti scultora, sociologija Regia Accademia di Brera e, Firenca, u funkciji della Promocije, koja se nalazi u premijeri.
U quell'anno lavorò a zbog gruppi scultorei: Scena di salvataggio i Orazio che uccide la sorella (dei quali solo il sekundo noto attraverso una riproduzione di Matini). Ako ste zainteresirani za "Festa dell'arte e dei fiori" iz 1896. godine, nađite albanski diskurz sa fauni i satiri ripresi dalla fontana del Nettuno di Firenze i alcuni ritratti a pastello: il Ritratto (la sorella Teresa) venne particolarmente apprezzato dal pubblico. In quello stesso anno realizo il monumento funerario in marmo per la famiglia ComiBologna, certosa, sala di S. Paolo), e alla Promotrice fiorentina espose Calma autunnale (lago di Monate) u zbirci privatne Sera (Firenze, Palazzo Pitti).

Nel 1898 la fama del Kienerk se konsoliduje za sve (Zimmern), a za prvu ligu ulazi sve partnere u Torino, gdje se nalaze simpoziji: Dolore i Sorge la Luna (entrambi realizzati tra il 1895) e il 1897). Preko 1899. godine nastavlja se s prikazom Biennale di Venezia: nel 1899, con il pastello La vergognosa (kolekcija privata); nel 1901, kon Il silenzio, parte del trittico L'enigma umano: il dolore, il silenzio, il piacere, realizzato l'anno precedente (Pavia, Musei civici), ma i cui pannelli non vennero mai esposti insieme; nel 1903, con il ritratto di Irma Gramatica (kolekcija privata); nel 1905, con il pastello La sera, acquistato di Municipio e ora a Ca 'Pesaro.
Nel 1899 in concorde internazionale di Torino, intitolato "Per una testa di Cristo", il disegno Ecce Homo (kolekcija privatnosti) i dijamantni orkestar (ubistvo skeniranja), recenzira u toni entuzijazma da E. Thovez. L'anno uspjelo predstaviti sve ʻEcole des beaux-arts di Lione il Ritratto di Ludovico Tommasi (kolekcija privatnih časova); inviò Apparizione al palazzo di Cristallo di Monaco; na eletto membro della Società di belle arti di Verviers. Nel 1901 fu invitato da O. Maus all'Exposition de la libre esthétique di Bruxelles. Uspješna je opera bogate zabave u Grande Esposizione di belle arti di Berlino; partecipò alla I Quadriennale organizzata a Torino, città dove, alla i Esposizione d'arte internazionale, vinse la medaglia d'argento con ilustrrazioni, disegni per copertine di italia ride, vetri smerigliati con figure a macchia, spille e fermagli realizzati per il gioielliere fiorentino Masetti-Fedi.
Nel 1903 si stabilio po alkuni mesi u Parigi, dove venne premiato a un concorso per manifesti artistici. Al Salon de la Société des amis des art di Angers espose Le printemps de la vie, spedito l'anno seguente, su invito, al palazzo di Monaco (collezione privata). Nel 1905 partecipty svi Promotrici di Firenze, di Torino e alla mostra della Società di amatori e cultori di Roma.
Nel novembre del 1905, avendo vinto il concorso za il posto di direttore della Civica Scuola di pittura, si trasferì Pavia. L'anno uspješno, predstaviti sve esposizioni di Milano, Firenze e Torino, i dedicò all'acquisto di gessi riproducenti opere antiche e rinascimentali per arricchire il patrimonio della gipsoteca della scuola.
U potrazi za periodom K. curò particolarmente l'attività scultorea (monumenti funebri, targhette u metallo sbalzato e bassorilievi u gesso spesso dedicati a professori dell'ateneo pavese; si deve citare la medaglia con l'effigie del patologo Camillo Golgi, premio Nobel per la medicina: Pavia, Museo per la storia dell'università). Negli anni seguenti l'insegnamento prevalse sull'attività artistica (nel 1911 fu odobri il suo progetto di riunire la Scuola di pittura i la Scuola serale d'arte industriale) e, pur kontinuando partecipare agli eventi espositivi Italiani ed esteri, il suo linguaggio pittorico non predložiti nuovi sviluppi. Nel 1918 la rivista Numero pubblicò il suo ritratto del generale Armando Diaz eseguito "a macchia".
A Pavia il Kienerk condusse una vita riservata, ma strinse selezionate amicizie con professori e profesionalci pavesi e toscani, tra cui A. Marcacci, fisiologo all'Università, collega e amico di Golgi, nonché suo futuro suocero. Infatti, il 3 apr. 1919, Firenca, il Kienerk sposò Margherita Marcacci dalla quale l'anno successivo nacque Vittoria. S'iniziarono allora i soggiorni estivi nella villa di Poggio alla Farnia a Fauglia, presso Pisa, proprietà della moglie, dove l'artista ricominciò con slancio a dipingere all'aria aperta recuperando, su registrirani tonali luminosi, la propria discendenza macchiaiola.

Nel 1923 partecipò con Intorno casa (Pavia, Musei civici) all'Esposizione italiana di belle arti a Buenos Aires. L'anno uspješno alcune opere predstaviti Parigi all'Exposition de la Société des Beaux-Arts de Firenca ottennero una buona recensione nella Revue moderne illustrée. Il Kienerk partecipò inoltre alla XXX Esposizione di Palazzo Pitti e alla I Mostra provinciale di belle arti di Pavia. Nel 1930 fece parte di un comitato per giudicare una scultura per foro Mussolini a Roma. Nel 1932 tenne la sua personale allestita nelle prodaja delta alpino italiano di Pavia, seguita l'anno uspjeh da una seconda al caffè Demetrio.
Nel 1934 i pansion u pansionu Civica Scuola di pittura, koji je kontinuiran i neprekidan. Nel 1936 dipinse il proprio Autoritrattodal 1939 alla Galleria degli Uffizi) e tenne l'ultima personale a Pavia prima di tornare Firenze. Dale 1941. godine u kollektivnim i važnim osobama Firenca, Lucca, Livorno, Milano i Pavia. Nel 1944 la sua di di Firenze venne bombardata i andarono distrutti i disperzija dipinti, dokumenti e disegni, alcuni dei qui uspjele individuati dagli amici nei mercatini del capoluogo toscano.
Sve to ga čini idealnim za otkrivanje grada i okoline.Stil hotela Bramante di Milano je Povoljan, a pruža pun komfor i usluge kao što su: na.
Il Kienerk morì il 15 febbr. 1948 nella casa di Poggio alla Farnia a Fauglia, golubica je stabilizirana u familiji dal 1943. /Treccani.it - ​​di Rossella Canuti



Pin
Send
Share
Send
Send