Renaissance Art

Giovanni Battista Tiepolo (1696-1770) | Rokoko Era slikar

Pin
Send
Share
Send
Send



Venetian Giovanni Battista Tièpolo (1696-1770) bio je možda najveći slikar Evrope iz osamnaestog veka i izvanredan prvi majstor Grand Mannera. Njegova umetnost slavi maštu premeštajući svet drevne istorije i mita, svetih spisa i svetih legendi u grandiozan, čak i pozorišni jezik. Kolonina perspektivna osnova za Tiepoloove freske je ključna za razumevanje pojma slikanja osamnaestog veka kao scenske fikcije. - nešto je trebalo da uključi gledaoca na čisto maštovit nivo. To je bilo u skladu sa pozorišnom praksom dana, posebno opere.


Njegova umjetnost, sa svojim genijalnim odstupanjima od konvencije i briljantnom upotrebom kostimiranog sjaja, slavi pojam umjetničkog kaprica (capriccio) i fantazija (fantasia). U njegovim rukama, neformalna naftna skica podignuta je u primarnu umjetničku formu, dostojnu da se sakupi zajedno sa svojim gotovim slikama. Za svoje neuporedive fresko-dekoracije - poput onih u Palazzo Labia, Venecija - sarađivao je sa stručnjakom iz perspektive, Girolamom Mengozzi Colonnom (1688-ca. 1766), koji je povremeno dizajnirao setove za operu. Postoji bliska analogija između ciljeva Tiepolovog slikarstva i ciljeva vodećeg pjesnika i libretista Pietra Matastasia (1698-1782), koji je, iako je rođen u Rimu, bio u dvoru u Drezdenu:
Sanja i bajke. čak i dok skiciram i razradjujem bajke i snove na papiru ... tako ulazim u njih da plačem i uvredim se u zlobe koje sam izmislio. Ali jesam li mudriji kada me umjetnost ne zavarava? "


Prvo remek-djelo Tiepola bilo je ciklus ogromnih platna oslikanih za ukrašavanje velike prostorije za prijem u Ca 'Dolfin, Venecija (ca. 1726-29). Oni prikazuju drevne bitke i trijumfe i omogućavaju Tiepolu da uvede egzotične kostime, drevnu skulpturu i artefakte, kao i nasilnu akciju koja se ponekad ispušta iz okvira i ulazi u sobu. Prvobitno postavljena u udubljenja u zidu, platna su bila okružena freskama i dopunjena stropnim frezama (ne TiepoloNajveća djela Tiepola su nesumnjivo freskani stropovi koje je izvodio za crkve u Veneciji i vile i palate u Italiji, Njemačkoj (Residenz, Würzburg), i Španjolska (Kraljevska palača, Madrid). Vrhunac je obeležen stropovima koji su naslikani između 1750-1753 za princa-biskupa Carla Filipa von Greiffenklaua u Würzburgu. Preko grandioznog stepeništa koje je projektirao njemački arhitekt Balthasar Neuman, Tiepolo je nacrtao golem strop koji prikazuje Apolon i kontinente. Na ovoj freski, plafon se otvara na nebo ispunjeno svetlošću koje naseljavaju olimpski bogovi, dok se na periferiji prikazuju slikovite vinjete koje simboliziraju četiri kontinenta, a figure su prikazane kao da stoje na vijencu. Tiepolo je koristio višestruka gledišta određena ceremonijalnim napretkom posjetilaca koji su se penjali stepenicama za publiku s prinčevom biskupom, pokazujući tako svoju akutnu svijest o mjestu i funkciji.

I ovalnu salu za recepciju je ukrasio Tiepolo, ovaj put sa polu-mitskim događajima iz lokalne istorije, a ovdje blistavo ožbukano fresko, ponekad pretvarajući zavjese povučene da otkriju prizore i ponekad besprijekorno pretvaraju obojene figure u 3 -D, shvativši ruku, stopalo, ruku ili šipku u skulpturiranom reljefu. Tiepolo je bio jednako cijenjen kao crtač: njegove moći izumijevanja bile su bezgranične, a njegov objekat bio jednak. Njegovi maštoviti otisci uživali su široku slavu i njihove snovite i ponekad uznemirujuće slike čarobnjaka, punčinela i klasičnih spomenika možda su uticale na Goya🎨. | Keith Christiansen © Metropolitanski muzej umetnosti, Odeljenje za evropske slike






















Tièpolo, Giambattista - PittoreVenezia 1696 - Madrid 1770). Tra i massimi esponenti del rococò i ultimo grande protagonista della decorazione monumentale u Evropi. Tièpolo lavorò in Italia e all'estero, laserski numerose opere, nelle quali, semper aggiornato sulle ultime tendenze artistiche, većina je stupefacente kapaciteti di assorbire con naturalezza le intonazioni stilistiche dai più differenti pittori, rielaborandole poi con la propria sensibilità e una tecnica rapida. Grazie a lui la tradizione dekorativa veneziana tornò a imporsi sulla scena artistica del suo tempo. Tra le opere più signifikantni dell'evoluzione della sua arte vi sono gli affreschi del palazzo arcivescovile di Udine (1726-30), le tele per la Scuola del Carmine i Venezia (1743), uno dei suoi capolavori, e gli affreschi per la létresenza di Carlo Filippo di Greiffenklau a Würzburg1751-53).


  • Vita ed opere
Cognato di Francesco Guardi, di cui sposò la sorella, Cecilia, dalla quale ebbe nove figli, e allievo di G. Lazzarini, fu presto attratto dalla pittura contrasta e tenebrosa e dallo stile espressivo e drammatico di G. B. Piazzetta e F. Bencovich (Madonna del Carmelo, 1720, oko Brera; Martirio di s. Bartolomeo, 1722, Venezia, S. Stae). U blizini je Tièpolo nel campo della decorazione e dell'affresco divenne presto pokazati nuovo interesse po l'arte di S. Ricci i riferimento fondamentale Paolo Veronese🎨.
Dopo la dekoracija della volta della cappella di S. Teresa nella chiesa degli Scalzi a Venezia1724-25; per alcuni critici 1728-29), predstavio ancora molti punti di konvergenca con Piazzetta, con gli affreschi del palazzo arcivescovile di Udine i verificò una vera e propria svolta nell'arte di Tièpolo; la decorazione (Storie dell'Antico Testamento))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))); la fantasiosa realizzazione scenografica lascia spazio alla resa del reale, nei dettagli naturalistici dell'episodio di Rachele e Giacobbe.Negli su uspješno završeni u Tièpolu i konsolidirani u Italiji. Guardando, oltre che a Ricci, GA Pellegrini i L. Giordano, ma soprattutto al classicismo veronesiano, l'artista sviluppò una versione personale del rococò attraverso la ricerca di luminosità atmosferica e di nuovo rapporto forma / luce / colore, che non mira alfa sfaldamento del volume ma piuttosto sottolinea la solidità e il plastique della figura umana, anche con l'uso di tinte esaltate dalla luce solare.

Nelle sue composisioni, spesso osservate con sottile ironia, coniugò arguzia narrativa e finzione scenica, avvalendosi anche dell'apporto delle quadrature, spesso realizzate dal collaboratore G. Mengozzi Colonna. Al Ritorno da Udine ( tdove aveva eseguito anche affreschi nel duomo) fu a Milanodecorazioni nei palazzi Archinto e Dugnani, 1731, Bergamo (Cappella Colleoni, 1732-33), Vicenza (vila Loschi-Zilieri) .Accanto ai numerosi dipinti di soggetto profano, a periodo risalgono importanti realizzazioni per le istituzioni religioze di Venezia, gli affreschi per la chiesa dei Gesuati1737-39i e dipinti per la chiesa del Carmine e S. S. Alvise.Tra i maggiori risultati del sudalizio con Mengozzi Colonna i la dekoracija del Palazzo Labia (1747-50) Con le Storie di Marcantonio e Cleopatra, con un splendida coreografia di aréciteture aperte sul cielo, popolata da personaggi in costumi contemporanei. Chiamato a Würzburg nel 1750 dal principe vescovo Carlo Filippo di Greiffenklau, realizuje la decorazione della residenza, con l'aiuto dei figli Giandomenico (v.) E Lorenzo (Venezia 1736 - Madrid 1776), attivi nella sua bottega.La decorazione, da molti ritenuta il suo capolavoro assoluto, raggiunge un effetto fastoso nel salone progettato da B. Neumann, ornato di stucchi bianchi e oro, e ancora di piùnella volta dello scalone, con la grandiosa rappresentazione dell'Olimpo con le quattro parti del mondo.1753), Tièpolo assolse numerosissime narudžba za svaki slobodan dan: od 1757 sono gli affreschi di vila Valmarana presso Vicenza, mentre a Venezia lavorò in Palazzo Ducale (Nettuno offre doni a Venezia, 1748-50), e per nobili famiglie venezianeaffreschi u Ca 'Rezzonico, 1758) .Nel 1759 eseguì a Udine affreschi nell'oratorio della Purità, e nel duomo di Este la pala con S. Tecla libera Este dalla pestilenza; del 1761-62 i l'Apoteosi della famiglia Pisani nella vila Pisani a Stra, ultima opera eseguita in Italia.Nel 1762 i pizda infatti a Madrid per affrescare le sale del nuovo Palazzo RealeApoteosi di Enea, Grandezza della monarchia spagnola i Apoteosi della Spagna), eseguite con l'aiuto dei figli tra il 1762-1767.
Dopo il compimento del ciclo Tièpolo rimase u Spagna; je sette pale d'altare dipinte per il Aranjuez (1767-69; Ora divise tra il Prado e il Palazzo Reale di Madrid), dall'intonazione più intimamente patetica, furono però poco dopo sostituite con altrettante tele di A. R. Mengs, segno dell'avvento del nuovo gusto neoclassico.Di notevole importanza è l'opera grafica di Tièpolo; di grande interesse i disegniconservati soprattutto a Londra, Muzej Viktorije i Alberta; Firenze, muzej Horne; Stoccarda, Staatsgalerie; Venecija, muzej Correr; Trst, Museo Civico), u rapporto alla su produzione pittorica, che seguono la sua evolucione stilistica e ne rivelano la straordinaria fantasia e la vena satirica.Più limitata la produzione incisoria: tra le acqueforti ricordiamo i ventiquattro Scherzi ei dieci Capricci, di data incerta, e vari soggetti religiosi. | © Treccani

Pogledajte video: Giovanni Battista Tiepolo Venice, 1696-Madrid,1770 (Avgust 2020).

Загрузка...

Pin
Send
Share
Send
Send