Symbolism Art Movement

Angelo Barabino | Pointillist / Symbolist painter

Pin
Send
Share
Send
Send



Angelo Barabino (Tortona, 1. januar 1883. - Milano, 5. novembar 1950rođen je u Tortoni 1. januara 1883. Barabino je pohađao Akademiju likovnih umjetnosti u Milanu i studirao Volpedo🎨 koji ga je inicirao slikanje u stilu divizije. Pre Drugog svetskog rata učestvovala u Nacionalnoj Breri sa:
  • Pljačka;
  • Sin;
  • Wildflowers;
  • Alpski zalazak sunca.





Vittore Crubicy je sudjelovao na izložbama italijanskih pointilista * u Parizu, Bruxellesu i Amsterdamu. Nakon rata, duga bolest ga je držala podalje od izložbi, ograničavajući svoje aktivnosti na reprodukciju elitnih krajolika Tortona i predalpe Val Langone. umro 5. novembra 1950. u Milanu.




























Barabino, Angelo - Nacque a Tortona il 1 ° genn. 1883, da famiglia di origine genovese. Diciassette anni intraprese studi regolari di pittura all'Akademija di Brera che često po tre anni, fino al momento in cui conobbe Giuseppe Pellizza da Volpedo🎨 (circa 1903), divenendone l'allievo e passando a lavorare, fino al 1907, anno della morte del maestro, nello studio di Volpedo🎨.Fu il periodo formativo del Barabino: fedele discepolo del Pellizzav di cui adottò il diviziomos, sebbene in forma non programmatica , e se intenziviraju socijalni, a ne diskontinuirani da se premjeste na zadanu površinu. U ponudi je 1907, a ne 1969, a 1907 je promovirana promocija Firenca, autorska prava.Iz 1913. godine Rapina, nalazi se Biennale u Breri, procijenjena je V. Grubicy, 'no person.
  • Fiori selvatici (Tortona, racc. Torriglia);
  • Il figlio;
  • L'annegato (1909, Tortona, propr. Barabino Barabino);
  • Pioppi a Scrivia ( t1913, propr. privata).
Dopao la prima guerra mondiale, il Barabino passó zbog anni a Venezia, dove čestoò Spadini.Socialista, l'avvento del fascismo preferi appartarsi e, dal 1922, si stabilì a Tortona.Espose raramente; tre volte alla Promotrice di Torino: nel 1903 un Paesaggio; nel 1923 Fine di un giovane contadino; nel 1928 Mattino estivo e Idillio.Tenne ancora personali a Sanremo e a Tortona, 1921. Nel 1929, invitato da amici italiani, a recò nel Venezuela, portando con sé numerose opere (il trittico Partenza, Allucinazione in trincea, La visione del morto; Le figlie di Lot; L'ira di Dio, ecc.), che furono esposte a Caracas con vendita totale; vi ebbe incarichi ufficiali, dođi quello di eseguire il ritratto del Presidente J. V. Gomez. Rientrato in Italia nel 1931, nastavak dipingere, soprattutto paesaggi.Morì a Milano il 6 nov. 1950.Da retrospektivno furono tenute a Milano e a Tortona nel 1953.Il Barabino ne ebbe le qualità poetiche del Pellizza * e raramente la sua pittura i solleva oltre i limiti di dignitoso mestiere. Più portato per il paesaggio, amentRiflessi di tramonto, 1909, Alessandria, Pinacoteca civica; Meriggio a Torre Garofoli, 1943, propr. Piccinini, Tortona), ora in una luce più dura e compattaLa cappella del vecchio cimitero a Giaveno, 1920, propr. privata; Albero spoglio a Giaveno, 1934, Milano, propr. Barabino Barabino), fu sovente attratto - sull'esempio del Pellizza - da temi più impegnativi e concettosi.Così affrontò argomenti di carattere sociale (La Pietà, 1932, propr. Barabino Barabino; L'uomo della fornace, 1928-30, ibid.), biblico (Le figlie di Lot, 1927-28, Caracas, coll. privata), ispisali sve ideje dell'amore e della morte, del bene e del male (Altare dei Caduti nella bazilika di Broni, 1924-25; Dannazione, 1950, Tortona, propr. Barabino Barabino). Palese in questi dipinti l'intento di "daleko grande", intento espresso in maniera larga e semplificata (ma alquanto vacua), arieggiante lo stile "900". | Franca Dalmasso © Treccani

Pogledajte video: Liberty or Floreale Style Italian Art Nouveau IV: Giuseppe Pellizza da Volpedo (Avgust 2020).

Загрузка...

Pin
Send
Share
Send
Send